Calcolare l’efficienza del proprio impianto

Calcolare l’efficienza del proprio impianto

Dopo la cotta della Rocket effettuata qualche giorno fa, mi sono accorto che l’efficienza del mio piccolo impianto è abbastanza bassa. Ho ottenuto un valore di estrazione solo del 55%. Ma in BIAB si sa, l’efficienza non raggiunge valori altissimi e perciò mi accontento di quello ottenuto ottenuto.

Ma che cos’è l’efficienza e come calcolarla?

L’efficienza è la capacità del nostro impianto  di trasferire, all’acqua, più zuccheri possibili dai grani immessi. Più la quantità di zuccheri estratti sarà alta più lo sarà anche l’efficienza . Ma attenzione, non fatevi problemi se si ha un efficienza bassa, si può risolvere mettendo più grani. la cosa fondamentale è avere nelle cotte che susseguiranno sempre lo stesso valore, altrimenti si dovrà agire diversamente durante la cotta (ma questo è un discorso da trattare e penso che lo farò in un post differente). ma vediamo come calcolare l’efficienza.

L’efficienza dell’ammostamento è pari alla densità totale che si ottiene effettivamente nel mosto, divisa per la densità potenziale ottenibile dai grani.

                        EFFICIENZA = DENSITA’ TOTALE DEL MOSTO/DENSITA’ POTENZIALE TOTALE DEI GRANI

Dunque è solo questione di determinare i valori delle due densità, così da poter completare il calcolo. La densità totale del mosto è uguale alle GU moltiplicate per il volume ottenuto:

DENSITA’ TOTALE DEL MOSTO= GU x LITRI OTTENUTI

DENSITA’ TOTALE DEL MOSTO= 50 GU x 25L = 1250

ovvero se si ottiene una densità di 1,050 e 25 litri la formula sarà 50 x 25. Ovviamente, l’accuratezza di questa cifra dipende dalla precisione delle proprie letture della densità specifica e del volume, quindi questi valori andrebbero misurati in un momento cui sia possibile essere il più precisi possibile.

Per stabilire, invece, la densità potenziale totale dei grani si dovrà sommare il potenziale totale di ciascun grano utilizzato ovvero, supponiamo di brassare una Pils con 5 kg di malto Pilsner, per ottenere la cifra che ci serve si dovrà procedere in questo modo:

MALTO PILSNER: KG MALTO x GU POTENZIALE x 10 = TOTALE GU

MALTO PILSNER: 5 kg x 30 GU x 10 = 1500

Ottenuti tutti i valori necessari, si potrà procedere con la prima formula indicata all’inizio dell’articolo:

EFFICIENZA = 1250/1500 = 0,83 (83%) efficienza

Con la prima cotta si potrà già verificare la propria efficienza del proprio impianto e ripeto, un efficienza maggiore significa meno grani e viceversa, più bassa sarà più grani avremmo bisogno per arrivare alla densità che si vuole ottenere per la propria birra. Inoltre, come già detto sarebbe opportuno avere un efficienza costante piuttosto cercare di averne una più alta possibile e quindi variabile.

Fonte: Progettare Grandi Birre, Ray Daniels – Edizioni LSWR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *