BJCP 2015 21A TIPO Ale
OG  1,056 – 1,070 FG 1,008 – 1,014
IBU 40 – 70 ABV  5,5 – 7,5%
EBC  11,8 – 27,6 SRM  6 – 14
BU/GU  0,71 – 1,00 CARB. 2,4 – 2,9 vol.

DESCRIZIONE

Reinterpretazione dell’American Pale Ale ma più alcolica e più luppolata e di conseguenza più amara. Il primo esempio potrebbe essere la Anchor Liberty Ale, prodotta per la prima volta nel 1975 con fiori di luppolo Cascade ma poi ci si è spinti oltre.
Le American Ipa moderne non hanno nulla a che vedere con le sorelle inglesi, iniziando dalle loro caratteristiche organolettiche. Inoltre hanno un corpo più leggero, una gradazione alcolica maggiore e sono più focalizzate sul luppolo e poiché le differenze erano tante diciamo che è stato obbligatorio classificarle.

AROMA

Il luppolo da prominente a intenso che evidenzia una o più caratteristiche dei luppoli americani o pacifici quali agrumato, floreale, balsamico, resinoso, speziato, frutta tropicale, frutta col nocciolo, frutti di bosco, melone, ecc.
Molte versioni hanno il dry-hopping e offrono un aroma di luppolo fresco che è desiderabile ma non richiesto. Se è presente, l’erbaceo dovrebbe essere minimo. Come sottofondo si possono percepire aromi di cereale maltato. In alcune versioni si può percepire il fruttato proveniente dal lievito, anche se è accettabile una fermentazione neutra.
Può essere presente una leggera nota alcolica, ma deve essere minima. Accettabile qualsiasi caratteristica impartita dai luppoli americani o pacifici: nuove varietà colturali continuano a essere immesse sul mercato e questo fatto non deve limitare lo stile.

ASPETTO

Il colore varia da dorato medio a rosso-ambrato chiaro. Dovrebbe essere limpida, anche se le versioni non filtrate e con dry-hopping possono essere un po’ torbide. Schiuma media da bianca a color crema con buona persistenza.

GUSTO

Il luppolo varia da medio ad alto e deve riflettere le caratteristiche dei luppoli americani o pacifici, quali: agrumato, floreale, balsamico, resinoso, speziato, frutta tropicale, frutta con nocciolo, frutti di bosco, melone, ecc. Amaro da medio-alto a molto elevato. Il gusto di malto dovrebbe essere da basso a medio-basso, pulito e con note di cereale, anche se sono accettabili gusti lievi di caramello o di tostato. Basso fruttato derivante dal lievito accettabile, ma non richiesto. Finale da secco a medio-secco con dolcezza residua vicina al nullo. L’amaro e il gusto di luppolo possono permanere nel retrogusto, ma non dovrebbero essere aspri. Si può notare una leggera e delicata nota alcolica nelle versioni più forti. Può infine essere leggermente sulfurea, ma la maggior parte degli esempi non manifesta questa caratteristica.

IN BOCCA

Corpo da medio-leggero a medio con struttura morbida. Carbonazione da media a medio-alta. Nessuna astringenza derivata dal luppolo. Un delicato calore alcolico non è un errore, se non altera l’equilibrio generale.

COMMENTI

Moderna interpretazione artigianale americana dello storico stile inglese, prodotta con approccio e ingredienti americani. È la base per molte moderne variazioni che comprendono la Double IPA, più alcolica, e le varie IPA con ingredienti diversi, anche se queste altre IPA dovrebbero essere inserite nello stile Speciality IPA. Il legno di quercia non è appropriato per questo stile e se si percepisce, la birra deve essere inserita nella categoria delle birre maturate in legno.

HOMEBREW TIPS

MALTI: malto Pale anche fino al 100%, possibili aggiunte di Caramel/Crystal 40°L dal 5 a 10%, per un sapore di malto più intenso, in sostituzione del Crystal, potrebbe essere usato il Monaco (5%).
Si consiglia comunque di non eccedere con i malti speciali ma di tenersi su un valore totale del 15%.

LUPPOLI: l’utilizzo di luppoli americani o pacifici, sia per amaro che per aroma, è inevitabile, soprattutto con elevate quantità di AA%, si consiglia di non eccedere con le quantità per non avere un sapore erbaceo. Di solito vengono utilizzati per Columbus, Chinook, Centennial, Comet, Summit mentre per aroma Simcoe, Sorachi Ace, Mosaic, Jarryllo, Citra, Cascade, Calypso.
In questo stile il dry-hopping è indispensabile, utilizzare una o due varietà di luppolo da aroma per circa una settimana nel range più basso di fermentazione

LIEVITI: lievito con profilo pulito e poco fruttato, sono tipicamente utilizzati Fermentis US-05 e Mangrove Jack’s M44

ACQUA: un PH alto influisce sull’amaro quindi è necessario modificare l’acqua per ridurre il PH, tenersi nel range basso.

MASH: Monostep 65/68°C

FERMENTAZIONE: temperatura di fermentazione ottimale 19/20°C con possibilità di aumentare di 1/2°C a fine fermentazione in modo da far riassorbire off-flavours prodotti dal lievito.